L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Sport

CALCIO. Napoli, un campionato pieno di rammarichi

Napoli: dopo aver battuto Milan e Roma il Napoli si proietta verso una posizione Champions. Ma un Napoli così avrebbe potuto lottare per qualcosa di più?
Analizzando i punti persi e soprattutto il modo si può pensare che la squadra di Gattuso avrebbe potuto avere molti punti in più. Punti persi spesso a causa di errori individuali o di approccio. Sono poche le sconfitte in cui il Napoli si può dire di aver meritato di perdere. Inoltre ci sono i tanti infortuni e la difficoltà di gestione delle gare ravvicinate.
Partendo dalla gara di andata con il Milan, quando, sul 2-1 per i rossoneri nel miglior momento del Napoli, Bakayoko si fa cacciare fuori per un fallo da dietro a centrocampo.
Non possiamo dimenticare il periodo nero iniziato con la sfida con l’ Inter (persa 1-0): partita gestita bene fino allo svarione difensivo che ha portato al rigore per i neroazzurri e all’espulsione per proteste di Insigne. Nonostante l’uomo in meno il Napoli poteva pareggiare la gara più volte.
Immeritata anche la sconfitta successiva con la Lazio (2-0), con un Napoli superiore secondo le statistiche ma poco compatto in difesa e poco concreto in avanti considerata anche l’assenza per squalifica di Insigne.
A seguire il pareggio rimediato al 92 contro il Torino (1-1) in uno dei peggiori momenti dei granata. Sulla sconfitta contro lo Spezia si è più volte discusso e basta dire di aver perso contro la peggiore prestazione della squadra ligure e con un uomo in più.
Altri punti persi che fanno aumentare i rimpianti nelle gara con Genoa, Atalanta e Sassuolo.
La partita con il gli uomini di Ballardini  (2-1) ha visto un approccio alla gara pessimo che ha portato i grifoni sul  2 a 0 dopo 26 minuti.
La sconfitta con i bergamaschi per 4 a 2 (tra le gare di Europa League) è arrivato in un momento difficile, tante gare importanti in un breve periodo ed infortuni vari.
Il pareggio con la squadra di De Zerbi (3-3) ha dell’incredibile. Il vantaggio ottenuto al novantesimo sperperato, forse nel modo peggiore: da un fallo laterale battuto da Di Lorenzo a centrocampo per un impacciato Bakayoko al goffo fallo da rigore di Manolas.

Ormai l’inter è imprendibile, “aiutata” anche dall’eliminazione da tutte le competizioni europee e anche dalla Coppa Italia, il Napoli forse se non avesse avuto le coppe avrebbe potuto giocare per qualcosa di più o ritrovarsi in una posizione Champions più tranquilla.

 

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS