Proclamato lo stato di agitazione.
Pieno sostegno dall’Organizzazione Sindacale e dall’Associazione Guardie Giurate, ai lavoratori dell’Istituto SAN PAOLINO SRL, che si ritrovano a dover far fronte ad una serie di problematiche organizzative, amministrative ed anche a livello di dotazioni organiche, ma nonostante le varie segnalazioni tutto finora è rimasto irrisolto, adesso è giunto il momento di scendere in campo per porre fine a questi soprusi.

I vertici della FEDERAZIONE NAZIONALE LAVORATORI ITALIA, dopo aver inutilmente atteso fiduciosi esiti di miglioramento delle condizioni lavorative del personale e visto il perdurare della situazione di continui inadempienze, considerato che il conflitto in essere è dovuto ad aspetti normativi rispondenti nel merito e nel metodo delle relazioni sindacali, nonché costatato che a tutt’oggi, dopo ripetute rassicurazioni, si evidenziano ancora problemi sia di carattere amministrativo che di sicurezza sul lavoro, fra cui stipendi in ritardo, turni massacranti, mancato rispetto del riposo giornaliero previsto, mancata corresponsione di documenti fiscali/buste paga, obblighi infondati di reperibilità, in assoluto contrasto alle vigenti disposizioni prevista dal CCNL vigente. Il Segretario Generale Nazionale, dott. Giuseppe ALVITI, ha deciso di proclamare lo stato di agitazione sindacale, chiedendo un immediato incontro risolutorio per discutere ed affrontare le problematiche che da diverso tempo affliggono il personale dipendente dall’Istituto di Vigilanza Privata “SAN PAOLINO s.r.l.”, problematiche che sono state più volte segnalate sia dai dipendenti che dalla scrivente, ma finora rimaste inascoltate. Invocheremo ogni azione possibile per vedere soddisfatte le nostre richieste a tutela delle Guardie Particolari Giurate e dell’intera categoria. Se i segnali restano tali, ipotizziamo già 24 ore di sciopero per la metà di luglio 2024, pur sempre auspicando una risoluzione bonaria della controversia – così ha concluso, il notoleader sindacale napoletano.

E’ l’ inizio di un movimento di protesta di piazza che vedrà molte agitazioni in altrettanti Istituti privati inadempienti.

Comunicato stampa Giuseppe Alviti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page