L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Attualità Sociale

BONUS PARTITE IVA. Come ottenerlo dal 1° aprile

Roma: Il decreto legge «Cura Italia» (n°18 del 17/03/2020) ha previsto un bonus di 600 euro esentasse a sostegno di tutti i lavoratori autonomi con Partita Ivaattiva alla data del 23 febbraio 2020. L’indennità è riferita al mese di marzo, ma il Governo ha già ampiamente ribadito che sarà replicata ad aprile.

A chi spetta il bonus

Ai fini dell’ottenimento del bonus i lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria. L’obietivo è infatti quello di sostenere i lavoratori che non hanno altra forma di reddito.

Il bonus, in pratica, spetta a diverse tipologie di lavoratori autonomi: professionisti iscritti all’Inps gestione separata; collaboratori coordinati e continuativi iscritti all’Inps gestione separata; partecipanti agli studi associati o società semplici iscritti alla gestione separata Inps; artigiani e commercianti iscritti all’Inps; soci di Snc, Sas, Srl, se iscritti alle gestioni Inps (categorie citate nelle Faq del MEF). Il Bonus spetta anche ad altre categorie di lavoratori: coltivatori diretti, coloni e mezzadri iscritti all’Inps; lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e stabilimenti termali; operai agricoli a tempo determinato; lavoratori dello Spettacolo. Ovviamente le varie indennità non sono tra loro cumulabili, e non sono riconosciute ai percettori del reddito di Cittadinanza.

Il bonus per gli altri professionisti

È in pubblicazione il decreto interministeriale che prevede il bonus di 600 euro per il mese di marzo anche per i professionisti con Partita Iva iscritti a un Ordine: giornalisti, avvocati, commercialisti, ingegneri, architetti, geometri, psicologi, etc.

Per loro la richiesta del bonus dovrà essere fatta alla relativa Cassa di appartenenza. Anche in questo caso la data da cui si potrà richiedere l’indennità è il 1° aprile.

La possibilità di ottenere il bonus per i Professionisti Ordinistici è soggetta a diversi vincoli, e non è comunque prevista per chi avesse percepito nell’anno 2018 un reddito complessivo superiore a 50.000 euro.

Ogni Cassa dovrà predisporre, raccogliere e controllare ogni singola richiesta fatta dai propri iscritti.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS