Capri: La cartolina con i faraglioni resta lì a fare da sfondo, ma sarà una Capri molto diversa da quella glamour cui siamo abituati quella che si appresta ad accogliere i ministri degli esteri dei sette Paesi del G7 da domani e fino a venerdì.

Circa 1400 gli uomini delle forze dell’ordine in campo per garantire la sicurezza del vertice su un’isola che sarà insolitamente blindata.

L’organizzazione messa a punto nei giorni scorsi in occasione delle riunioni coordinate dal prefetto di Napoli Michele di Bari – e ulteriormente rafforzata alla luce dei venti di guerra che arrivano dal Medioriente – è stata studiata per garantire la sicurezza a 360 gradi. 

Lo spazio aereo sarà chiuso e protetto da un dispositivo idoneo a scongiurare eventuali minacce dal cielo, così come il mare sarà sorvegliato dalle motovedette della Guardia di Finanza con uomini armati a bordo. La stessa Guardia Costiera e la Capitaneria di Porto si occuperanno della sicurezza del porto commerciale. In tutta l’area dell’isola saranno disseminate le unità sanitarie di emergenza della Polizia di Stato. Pronti ad entrare in azione anche i subacquei dei vigili del fuoco. 

Durante la manifestazione divieto di attracco per i turisti nel porto di Marina Grande. Anche la Grotta Azzurra, monumento simbolo dell’isola, sarà presidiata da una motonave della Capitaneria di Porto. In campo anche i motociclisti di carabinieri e polizia e gli uomini dei reparti antisommossa: verrà effettuato dalle forze dell’ordine un filtraggio dinamico sugli arrivi in collaborazione con la polizia locale e le altre forze dell’ordine territoriali. I ministri e le varie delegazioni arriveranno via mare da Napoli a bordo della motonave della Guardia Costiera Gregoretti oltre che di altre motovedette della Guardia di Finanza. 
 

Nei luoghi ritenuti sensibili – di fatto una vera e propria zona rossa – costante sarà l’opera di prevenzione degli artificieri di polizia e carabinieri. Sul posto anche i tiratori scelti. Le vie dell’isola saranno setacciate dai cani anti esplosivo in dotazione a carabinieri e polizia, e dalle squadre operative dell’Antiterrorismo. Le forze dell’ordine, la Capitaneria di porto e le polizie locali provvederanno a presidiare i porti di arrivo delle delegazioni, tutte le vie di comunicazione, gli alberghi e ogni altra location destinata ad ospitare i lavori, mentre particolare sorveglianza sarà riservata ai trasferimenti delle autorità che presenzieranno agli eventi programmati. Saranno inoltre assicurati tutti i servizi di emergenza sanitaria alla popolazione – secondo un piano di primo soccorso – attraverso diverse tipologie di mezzi, in grado di adattarsi alle strade dell’isola, un help point dedicato ed un elisoccorso. In Prefettura infine, a Napoli, sarà attivo un gruppo tecnico con tutti i soggetti istituzionali interessati, attivo h24 durante la manifestazione per fronteggiare eventuali situazioni critiche. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page