Campania: Weekend di controlli ad Ischia ad opera della locale compagnia dei Carabinieri, mirati al diporto, spiagge, strade e movida e condotti anche con l’ausilio della motovedetta.
   

I militari hanno controllato decine di imbarcazioni sottoponendo tutte le persone alla guida all’alcol test; questa estate infatti le motovedette dell’Arma saranno sempre munite di etilometri.
   

Controlli anche sulle spiagge ischitane e nelle zona della movida per la lotta alla diffusione delle sostanze stupefacenti: trovati hashish e marijuana e segnalati alla Prefettura 9 giovanissimi assuntori e sequestrate, oltre alle dosi già pronte, anche 2 piantine di marijuana in fioritura.
   

I Carabinieri hanno controllato inoltre decine e decine di scooter arrivati sull’isola identificando 375 persone, soprattutto nei luoghi di movida, dove si è intervenuti per garantire il rispetto delle disposizioni in materia di diffusione sonora e musicale.
   

Sempre nell’ambito della movida è stato data esecuzione al provvedimento di Daspo Urbano proposto dalla Compagnia Carabinieri di Ischia e disposto dal Questore di Napoli nei confronti di una donna di nazionalità dominicana che a inizio maggio fu tratta in arresto per resistenza e lesioni a publico ufficiale nei pressi di una discoteca di Ischia.

Alla donna è stato vietato l’accesso e lo stazionamento presso locali di pubblico trattenimento per tre anni in tutta la Provincia di Napoli.
   

Intensa anche l’attività di controllo per il rispetto del codice della strada: non sono mancate le revisioni scadute, la sosta vietata e il mancato utilizzo del casco; trovata anche una famiglia partenopea che aveva raggiunto l’isola con uno scooter a bordo del quale viaggiavano ben 3 persone tra marito, moglie ed figlio di 5 anni sistemato sulla sella tra mamma e papà.
    Denunciato infine un 82enne di Casamicciola Terme poiché fermato a bordo un Ape Car mentre trasportava 2 scooter con targa identica; la successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire un ulteriore motofurgone con targa identica a quella del mezzo che trasportava gli scooter.
   

Mezzi con telai diversi ma con targhe clonate: si tratta di un espediente per utilizzare più veicoli con un unico contratto assicurativo.

Tutti i mezzi e le targhe clonate sono state sequestrate e per l’uomo è scattata una denuncia per falso materiale.
   

Gli uomini dell’Arma hanno esteso i loro controlli anche alla penisola sorrentina, presa d’assalto da centinaia di giovani nel fine settimana.
    I militari in borghese hanno presidiato le spiagge: costume e telo mare hanno permesso ai carabinieri di passare inosservati ma pronti ad intervenire per tutelare la libertà di tutti i turisti.
   

Sulle spiagge di Vico Equense e di Meta i carabinieri della compagnia di Sorrento hanno identificato 240 ragazzi (in una fascia di età media tra i 17 e i 20 anni) e di questi 28 sono risultati pregiudicati.
   

Sono stati invece 14 i giovani sorpresi sotto l’ombrellone con lo spinello; i carabinieri li hanno segnalati alla Prefettura, mettendo fine al consumo in pubblico di stupefacenti che irritava e metteva a disagio i bagnanti vicini.
   

I militari inoltre hanno anche controllato 58 mezzi e sanzionato 20 centauri che si ostinavano a non indossare il casco.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page