Il divieto di avvicinamento non avrebbe impedito ad un ex avvocato varesino di sfregiare la sua ex e uccidere il suocero. Una storia dal finale tragico, cronaca recentissima dell’ennesima vittima di una violenza senza spiegazioni.

Il racconto di Torre del Greco è scritto in copia carbone, sovrapponibile a quello di Varese ma con un fine decisamente più lieto.
Un 60enne è sottoposto al divieto di avvicinamento alla coniuge. Nonostante la misura imposta dal Tribunale di Torre Annunziata, l’uomo ha prima contattato la sua ex e poi l’ha minacciata di morte.
La vittima non si è lasciata intimorire così è uscita di casa per raccontare tutto ai carabinieri corallini.
La decisione si è rivelata giusta perché il 60enne si è messo in sella al suo scooter e armato di coltello ha cercato di stanare l’ex nella sua abitazione.
E’ lì che l’hanno trovato i carabinieri della stazione di Torre del Greco ed è lì che l’hanno arrestato, prima che potesse compiere gesti sconsiderati.
Dovrà rispondere di violazione del divieto di avvicinamento ed è ora in camera di sicurezza, in attesa di giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page