L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Attualità Sociale

MARANO. Emergenza abitativa, Fanelli: “Si intervenga subito. Sfratti sospesi fino al 31 dicembre per il decreto rilancio”

Marano: abbiamo ascoltato una storia drammatica in questi giorni . Una storia ed un volto che avevamo già ascoltato , incrociato ed accolto allo Sportello Casa ” on the road” insieme a Sinistra Italiana e Federinquilini. Quella famiglia era stata esclusa dalla graduatoria , l’ abbiamo sostenuta ed aiutata a presentare il ricorso ed è stata riammessa in graduatoria.
La condizione di priorità sociale però è forte in tutta la sua drammaticità e quell’ attesa in graduatoria è insostenibile.

La Regione Campania, che ha la titolarità sulle politiche pubbliche dell’ abitare , ha completamente cancellato i bandi speciali per le situazioni d’emergenza ( art. 13 legge 18 / 97) in virtù del quale la Regione su proposta dei Comuni riservava il 25 % degli alloggi disponibili per far fronte a situazioni speciali di emergenza per la precarietà abitativa.
Tale normartiva è stata superata dal nuovo regolamento Regionale n. 11 del 28 ottobre 2019, che disciplina le assegnazioni degli alloggi POPOLARI, ed in questo regolamento la Regione Campania ha totalmente cancellato quanto previsto per i bandi speciali per le situazioni di emergenza.
In data 24 febbraio ho presentato in consiglio comunale una proposta per la destinazione di alcuni alloggi, a partire dai beni confiscati, per le SITUAZIONI DI EMERGENZA E PRIORITÀ SOCIALE con relativo regolamento. Una mozione sottoscritta da tutti i consiglieri comunali di opposizione ed approvata all’ unanimità divenuta quindi delibera di consiglio comunale.
A tutt’ oggi da quel 24 febbraio, nonostante i miei continui solleciti anche in commissione e consiglio comunale , non è stato predisposto alcun regolamento.
Urge dare risposte alle storie drammatiche di questa città, De Luca se ne è completamente dimenticato. Ci pensi il territorio.
Basterebbe un regolamento anche di pochi articoli per dare seguito alla delibera di consiglio comunale n. 17 del 24/02/2020 e dare risposte immediate alle condizioni drammatiche delle persone più fragili di questa città. Lo si faccia immediatamente.
A fine mese nessuno può sfrattare nessuno. In virtù del decreto rilancio, convertito in legge gli sfratti sono sospesi fino al 31 dicembre, siano essi quelli per finita locazione siano essi quelli per morosità incolpevole. In questi oltre due mesi si intervenga immediatamente.
L’ immobilismo e la miopia politica ricade sulla pelle dei cittadini.
Se questa maggioranza ed amministrazione avessero approvato la proposta che portai in consiglio comunale sull’ Istituzione di uno SPORTELLO CASA COMUNALE con le associazioni ed i sindacati degli inquilini lo stesso ente, la stessa amministrazione avrebbero trovato un valido e concreto aiuto per fronteggiare le emergenze rispetto alle politiche abitative intervendo ancor prima che alle famiglie arrivino le citazione di sfratto. Uno strumento a titolo gratuito per tendere una mano alla parte più vulnerabile della città.
Non si perda più tempo.

Stefania Fanelli consigliere comunale Sinistra Italiana

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS