Marano: La madre di tutte le battaglie per rimettere in piedi il Comune di Marano: assunzioni di personale. Stiamo interloquendo con le organizzazioni sindacali.

I Sindacati hanno chiesto alla Commissione Straordinaria il piano di fabbisogno. Non appena avremo carte e numeri alla mano faremo intervenire i nostri Parlamentari. Ogni persona onesta intellettualmente sa che con un organico al collasso questa città non potrà riprendersi
Riporto lo stralcio di un appello che inoltrai al Prefetto di Napoli. Ora faremo intervenire I nostri Parlamentari

Ecco la lettera: Marano, la consigliera comunale Fanelli lancia un appello al Prefetto di Napoli invocando un suo intervento: “al Comune settori al collasso, urgono nuove assunzioni”

Il.mo Sig. Prefetto, le lancio un accorato appello per la città di Marano. C’è un’ emergenza drammatica che si chiama carenza di personale. Tutti i settori sono al collasso dall’ area tecnica( un settore strategico in ginocchio) all’ area amministrativa (politiche sociali); dall’area economica finanziaria ( ufficio tributi) al settore della polizia municipale. Una pianta organica deficitaria da tempo che è drammaticamente peggiorata dopo quota 100 ed i tanti dipendenti comunali andati recentemente in pensione. Una pianta organica così deficitaria non garantisce un dignitoso esercizio delle funzioni essenziali . Non si riescono ad interpretare i bisogni di comunità. I disservizi in danno dei cittadini sono quotidiani. La carenza drammatica di personale è sancita anche nella relazione della Commissione d’accesso. I lavoratori dell’ ente sono sottoposti ad un carico di lavoro che può portare anche ad errori . Intervenire è prioritario. Un Comune che rappresenta l’ente locale di prossimità per ogni cittadino deve essere in grado di fornire servizi essenziali in modo dignitoso. Questa drammatica emergenza alimenta anche una guerra tra poveri quotidiana tra le ragioni legittime dei cittadini e le legittime ragioni dei lavoratori dipendenti. È compito invece di ogni rappresentante istituzionale avvicinare i cittadini alle istituzioni. Le chiedo di intervenire, segnalando questa mia lettera anche al Presidente dell’ Anci. Siamo un Comune che viene da uno scioglimento per infiltrazioni della camorra ma la città ha bisogno di risposte dalle istituzioni. Le dico sin d’ora che sono disponibile ad un immediato incontro in cui posso esibire i documenti che confermano ciò che segnalo. Una macchina comunale completamente abbandonata a se stessa. Certa di un suo celere e cortese riscontro porgo Distinti Saluti.

Così Stefania Fanelli Sinistra Italiana sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page