L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Attualità Politica Sociale

MARANO. Potere al Popolo: “Assurda la proposta della consigliera Orlando”

Marano: dissentiamo con forza dalla richiesta apparsa sulla stampa a nome della consigliera di opposizione Brunella Orlando che chiede un’organizzazione controllata dei movimenti per le spese all’interno del comune di Marano di Napoli, consentendo un unico acquisto settimanale ed in ordine alfabetico. La consigliera, probabilmente, crede che l’unico modo per evitare la diffusione del virus e  quindi limitare i contagi sia quello di applicare misure ancora più restrittive delle ordinanze regionali. Alla consigliera comunale, probabilmente, sfugge che la diffusione del virus nella nostra città non è legata tanto all’irresponsabilità dei cittadini quanto all’inefficienza di un servizio sanitario provato da anni e anni di tagli. Basterebbe saper leggere i dati: dei 57 casi di Covid registrati a Marano 1/3 circa sono circoscritti alla RSA di via del Mare e almeno un altro terzo è legato a contagi di nuclei familiari che hanno dovuto aspettare giorni e giorni per essere sottoposti a tamponi e la cui responsabilità ha evitato che il virus si diffondesse in maniera molto più ampia. Parliamo per un buon 80% di casi di persone che si sono ammalate sul proprio posto di lavoro o all’interno della residenza per anziani (ospiti e lavoratori!).
La proposta della consigliera circa l’acquisto dei beni di prima necessità organizzato in questo modo nulla avrebbe quindi a che vedere con un’ipotetica diminuzione del contagio né tantomeno con il suo contenimento. Inoltre vietando di recarsi a fare spese quando lo si ritiene opportuno e con responsabilità si aumenterebbe il clima di timore ed ansia.
In un momento in cui a vacillare in maniera evidente è lo stato sociale, invece di entrare nel merito e proporre interventi concreti che aiutino chi è in difficoltà, (spingendo iniziative che stentano a partire come quella della spesa a domicilio, la distribuzione di pacchi alimentari per le famiglie più in difficoltà o l’acquisto di mascherine FFP2 o FFP3 da destinare ai lavoratori presenti sul nostro territorio), si fa leva sulla solita retorica della responsabilità individuale e del sospetto, trovando come unica soluzione, (la raccolta di dati attraverso la lettura dei commenti di gruppi di paese e) l’aumento del controllo sui cittadini e sulle cittadine, alimentando una stupida e pericolosa caccia all’untore, invocando ulteriore controllo sociale anziché maggiori tutele e diritti!

Potere al Popolo Marano-Calvizzano-Mugnano

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS