You cannot copy content of this page

L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Attualità

MUGNANO. Sosta selvaggia: il video della vergogna scatena la polemica sui social

Facebook
Facebook
YouTube
RSS

Mugnano: stando a quello che si legge dalla pagina facebook del sindaco Luigi Sarnataro, la Rivoluzione Culturale che aveva promesso in campagna elettorale non solo è avvenuta ma sta procedendo a gonfie vele.

Di fatto, tempo fa, l’amministrazione Sarnataro aveva affisso sui muri delle strade di Mugnano una serie di manifesti in cui rivendicava tutta una serie di vittorie ottenute:

Differenziata oltre il 60% (salvo poi scoprire che ci si è fermati solo al 52,16%)

Tre villette comunali (semplicemente date in gestione)

Teatro Comunale (o meglio dire Auditorium Scolastico non aperto al pubblico extrascolastico)

Liceo (costruito dalla dalla Città Metropolitana)

Riqualificazione stradale (ordinaria amministrazione)

A queste importanti vittorie è da aggiungere, a questo punto, quella che è sopraggiunta dopo l’affissione dei manifesti, ovvero la realizzazione delle strisce blu che hanno debellato una volte per tutte la sosta selvaggia, piaga per i commercianti e per i cittadini.

Poco importa, quindi, se a Mugnano persistono delle zone grigie, come testimonia il video di una cittadina pubblicato sul suo profilo e poi riportato da Francesco Emilio Borelli e su alcuni profili di politici locali come Mario Imbimbo e Vincenzo Cardone , dove la sosta continua ad essere selvaggia.

Poco importa dei commenti di Mario Imbimbo, Vincenzo Cardone e di Gennaro Santopaolo che fanno notare incongruenze tra come si presenta il paese (lasciato a se stesso e in stato di degrado) e la narrazione che viene fatta passare. Poco importa se sotto quel video ci son cittadini che confermano le parole di Imbimbo e, anzi, rincarano la dose.

La Rivoluzione a Mugnano è avvenuta. E sono loro a non vederla.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nato a Brasov in Romania, vive a Mugnano di Napoli e si ritiene cittadino del mondo. Studia giurisprudenza all’Università degli Studi Parthenope di Napoli. Autoironico, pragmatico e senza peli sulla lingua, nel tempo libero ama scrivere e sogna di rendere questo hobby la sua professione. Il 18 luglio del 2019 è stato pubblicato il suo primo romanzo, "La Tragicomedia". Attualmente collabora con "l'Altra Notizia" e "Sinistra Europa Mezzogiorno"
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Facebook
Facebook
YouTube
RSS