L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Attualità Lavoro

CAMPANIA. De Luca ci ripensa, nessun limite di invitati a matrimoni e cerimonie

Napoli: nessun limite al numero di invitati ai matrimoni e alle cerimonie in programma in Campania, sì ai buffet e alla musica dal vivo ma senza balli, potenziamento dei controlli del rispetto delle normative vigenti con l’individuazione di un responsabile di sala e di cucina, creazione di una task force composta da rappresentanti della Regione e delle parti sociali. Sono le novità scaturite dall’incontro di questo pomeriggio a Napoli tra il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e una delegazione di imprese del settore matrimoni ed eventi composta dalla presidente di Federmep Serena Ranieri, il direttore di Confcommercio Campania Pasquale Russo, il presidente di Federalberghi Penisola Sorrentina Costanzo Iaccarino e il consigliere di Confindustria Salerno Vito Cinque. L’incontro era stato richiesto da Federmep all’indomani dell’emanazione dell’ordinanza regionale 75 che fissava paletti allo svolgimento dei matrimoni e delle altre cerimonie. Tra le conseguenze il rinvio al 2021 di molti matrimoni o lo spostamento in altre regioni, dove non vige il tetto massimo di invitati. Alla luce di queste evidenze il presidente ha annunciato ai rappresentanti delle imprese che domani l’ordinanza sarà sostituita da un’altra che confermerà restrizioni per la movida ma non per le cerimonie.
Ringraziamo il presidente De Luca per la disponibilità e per la sensibilità dimostrata nei confronti di un comparto che muove numeri consistenti nella nostra regione e che da mesi sta subendo pesanti conseguenze a causa della pandemia”, ha commentato la presidente di Federmep – Matrimoni ed eventi – Serena Ranieri. “Le misure previste dall’ordinanza avrebbero inflitto un ulteriore colpo alle imprese del settore e alle migliaia di lavoratori impiegati nella nostra regione. Siamo molto soddisfatti per la decisione del presidente e ribadiamo la nostra disponibilità a garantire il rispetto delle norme di contenimento del virus durante le cerimonie: dalle mascherine quando non si è a tavola al divieto di ballare e di assembrarsi. Confidiamo che la situazione epidemiologica vada migliorando, e siamo ben consapevoli che la tutela della salute è una priorità: per questa ragione ringraziamo anche per l’istituzione di una task force Regione-Imprese che ogni due settimane farà il punto sullo stato dell’arte”, ha concluso Ranieri.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS