Controlli e vigilanza contro sversamenti e incendi di rifiuti è stato il tema di un incontro, svoltosi ieri pomeriggio, presso il Palazzo dell’Episcopio di Nola, presieduto dal prefetto di Napoli, Michele di Bari. Presenti il vescovo di Nola, Francesco Marino, il sindaco di Nola e gli altri Sindaci della piana acerrano-nolana, l’incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, i rappresentanti delle altre forze dell’ordine, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, il comandante del Raggruppamento Campania dell’Esercito, quello della Polizia metropolitana e i rappresentanti dell’Isde – Medici per l’Ambiente.

Il prefetto ha illustrato la nuova strategia e il nuovo modello di intervento messi in campo in Terra dei fuochi, basati su “un insieme più articolato di attività e su un maggior investimento nell’analisi territoriale e nella raccolta di ogni utile elemento informativo”. Di Bari ha anche sottolineato l’importanza della realizzazione delle bonifiche finanziate con i fondi Pnrr nonché con altre risorse dedicate. La principale finalità perseguita è quella di “garantire, al massimo grado, la tutela della salute pubblica, bene fondamentale”.

A conclusione dell’incontro, il prefetto ha evidenziato che il Tavolo permanente ha come obiettivo “anche quello di aumentare il flusso di informazioni fornite alla cittadinanza oltre ad assicurare risultati più efficaci nell’attuazione della prevenzione e del contrasto ai roghi dei rifiuti, garantendo una costante attenzione e consapevolezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'Altra Notizia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page