Napoli: lo stadio Diego Armando Maradona si prepara ad accogliere Euro 2032.
L’ex stadio San Paolo è uno dei cinque stadi che rappresenterà l’Italia nell’Europeo che si giocherà tra otto anni. Come previsto anche per le altre quattro strutture, lo stadio situato a Fuorigrotta avrà bisogno di alcuni lavori di manutenzione, tra migliorie e qualche aggiornamento a livello strutturale per renderlo perfetto in vista della vetrina europea. Lavori che saranno fatti durante uno dei prossimi campionati e dunque Aurelio De Laurentiis inizia a studiare la migliore sede per la sua squadra.

La notizia è rimbalzata nella mattinata odierna, complice i futuri lavori che il Maradona subirà in vista di Euro 2032, il Calcio Napoli sarà costretto a scegliere una sede per aspettare il rimodernamento del suo stadio. Aurelio De Laurentiis però sta studiando più idee, la prima è quella di rimanere nell’impianto di Fuorigrotta con uno stadio semichiuso (saranno aperti solo i settori che non subiranno i lavori) e sembra essere anche l’ipotesi più probabile.

L’altra ipotesi è quella dello spostamento, in cima alla lista c’è Bari, complice il buon rapporto tra la famiglia De Laurentiis e le istituzioni del capoluogo pugliese, anche se poi sarà decisivo capire le varie tematiche di ordine pubblico, che sembrano far dubitare tutti i responsabili. Seconda ipotesi ma ben più remota è quella dello spostamento in Sicilia, più precisamente al Renzo Barbera di Palermo. Anche su questa strada la società azzurra ha iniziato ad interessarsi per capire le reali possibilità di poter giocare le partite “in casa” nell’impianto situato nel centro del capoluogo siciliano. Ogni dubbio però verrà sciolto solamente nei prossimi mesi o addirittura ad inizio 2025, visto che mancano ancora otto anni all’inizio dell’Europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page