Il trasformismo e la privatizzazione della politica è la conseguenza di una
destrutturazione irreversibile dello spazio politico. La fine delle ideologie e dei
partiti, non ha reso più concreto e positivo il dibattito politico, ma ha privatizzato il
rapporto fra cittadino e politico, tendendo, quindi, ad escludere ogni forma di
mediazione e di organizzazione politica. Allora il cambio di casacca diviene un atto
privato per il quale non è necessario esplicitare una solida motivazione politica. In
beffa del mandato come espressione della sovranità questo diviene proprietà
individuale e viene gestito nell’ambito di una sfera patrimoniale autonoma.
Il fenomeno (spesso reiterato) del transfuga da un gruppo di minoranza in
maggioranza con l’occupazione di poltrone ed incarichi, allontana il cittadino dalla
politica, alimenta il qualunquismo, diminuisce il prestigio delle Istituzioni e
provoca un danno al sistema democratico, come nel caso di Calvizzano dei gruppi
di minoranza di ex Legalità Possibile poi ex PD adesso Forza Italia e Vinciamo per
Calvizzano, delegati dai cittadini all’opposizione ma in pochi mesi saltati nei banchi
della maggioranza. Infatti la condotta del cambio di casacca ed occupazione di
poltrone e incarichi dell’ex minoranza del Consiglio Comunale di Calvizzano, sono
la rappresentazione plastica dell’assenza di valori e di visone politica nell’interesse
dei cittadini.
Sia chiaro il cambio di casacca non equivale ad un inadempimento contrattuale
soggetto ad azione risarcitoria. Tuttavia per fare politica ci vorrebbe un minimo di
preparazione di base e le responsabilità politiche richiedono e debbono avere
sanzioni politiche.
Come Movimento Futura riteniamo che in sede di informazione e di opinione
pubblica occorre tramutare la derisione ed il dileggio di tali comportamenti, in un
moto di indignazione contro atti assai gravi che possono definirsi in frode alla
cittadinanza. In tal senso riteniamo importante un richiamo da parte dei cittadini,
delle associazioni e partiti sull’operato di tali soggetti.
Di conseguenza come risultato questo modo di fare “politica” caratterizzato da
trasformismo politico ed occupazione di poltrone al di là del merito e capacità,
produce una gestione dell’attività amministrativa priva di merito, mortificando
l’interesse collettivo, tanto è vero che la rotazione così bene rispettata nell’attività
del continuo ricambio degli assessori ed incarichi da parte del Sindaco
accentratore, determina una Amministrazione senza alcuna progettualità e
visione politica, mortificando le scelte dei cittadini in sede elettorale.

Purtroppo l’attuale Amministrazione nata da Liste personali “Civiche”, prive di
valori, identità e scopo e l’assenza dei partiti politici, oltre ad un continuo rimpasto
di cui ancora oggi si ignorano le motivazioni, creano una notevole instabilità nella
Amministrazione Comunale calvizzanese.
Tale situazione determina una continua lotteria nell’attribuzione delle “poltrone”,
questo dimostra l’assenza di merito che genera una scarsa qualità dell’attività
amministrativa.

Segreteria Movimento Futura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page