C’è anche ilmondodisuk tra i 50 editori campani che la Regione Campania porta al Lingotto di Torino.

Alla XXXVI edizione del salone del libro (che si svolgerà dal 9 al 13 maggio) la casa editrice4 napoletana presenterà “Dottó.

Facezie e vongole sul lettino” di Salvio Esposito. L’autore trasferisce chi legge nel suo studio di psicologo dove arrivano spesso il disagio e la sofferenza, facendovi irrompere, invece, il sorriso e l’ironia. Ne parlerà alla Fiera letteraria torinese lunedì 13, dalle 16,30 alle 17, 15, con l’editrice Donatella Gallone e lo scrittore (musicologo e germanista) Alessandro Zignani. Nelle 160 pagine illustrate dal giovane talento procidano Valentino De Luca, domina la risata. Ma come è possibile che ciò che ci fa soffrire ci faccia anche ridere? Lo stesso Sigmund Freud -scrive il prorettore dell’Università L’Orientale di Napoli Augusto Guarino nella prefazione- aveva capito che a farci ridere è “l’emergere di qualcosa che ci appartiene ma che è stato represso dalla società o rimosso nell’inconscio, e che quindi non sarebbe più dicibile”. Nella sua pratica psicoterapeutica, Esposito ha incontrato numerose formazioni linguistiche identificabili come battute, lapsus o semplici strafalcioni, di quelli che i napoletani chiamano vongole. Argutamente interpretati dall’illustratore, sfilano così nel libro comici istanti di dialogo alla ricerca del benessere psicologico, aprendo spiragli inattesi sulla profondità della mente umana. Salvio Esposito vive e lavora a Napoli da quasi 40 anni come psicologo e psicoterapeuta. Ne ha viste e sentite di cotte e di crude… Ha lavorato in contesti di forte disagio sociale come carcere, ospedale psichiatrico giudiziario e tossicodipendenza. Ora che è “fuori dal tunnel” non ha perso la tendenza a ironizzare e a dissacrare le élite culturali come quelle psicoanalitiche in cui peraltro si è formato e di cui condivide il linguaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page