L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Politica

MARANO. Fanelli: “La pagliacciata del rimpasto continua”

Marano: dall’ assegnazione delle deleghe appare evidente quanto la composizione della giunta risponda ad una mera logica di spartizione di potere e poltrone.
Qualcuno ha tirato la giacchetta del Sindaco più di altri.
Il Sindaco di Marano nella pagliacciata del rimpasto ha commesso nuovamente l’idiota errore che commise al suo insediamento.
Ha scorporato le deleghe alle politiche sociali da quelle alle Pari Opportunità e all’associazionismo , al volontariato. Una scelta idiota e miope. Da questo risulta palese che la divisione delle deleghe risponde ad un mero gioco di spartizione di potere e poltrone senza avere nessuna visione della città e senza alcuno sguardo d’ insieme. Ha sottratto la delega alle Pari Opportunità a chi da sempre si è occupata di politiche di genere e violenza contro le donne . A proposito di politiche sociali come si fa a discutere di contrasto alla povertà senza il coinvolgimento dell’ associazionismo che lavora su area povertà? Completamente miopi. Assegnazioni di deleghe completamente sbilanciate .
Evidentemente c’è qualche consigliere comunale e qualche consigliere di città metropolitana che tira la giacchetta più forte di altri. Dall’ “Opa” del PD di Giugliano siamo passati all’ ” Opa” del consigliere di Villaricca.
Si sono inventati la delega ai parcheggi e alle aree di sosta scorporate da quelle della viabilità e polizia municipale.
Un assessore al Personale che ha completamente lasciato la macchina comunale abbandonata a se stessa con gli uffici comunali al collasso con evidenti disagi e disservizi in danno dei cittadini la cui unica caratteristica è quella di essere amico sodale del Sindaco è stato addirittura promosso Vice Sindaco . Il più arrogante e scorretto istituzionalmente è addirittura vice Sindaco della città.
Un assessorato all’ ambiente confermato senza nessuna competenza. Nulla si è fatto per rilanciare la raccolta differenziata, nel pubblicare i dati e sensibilizzare la cittadinanza. Nulla si è fatto per debellare il sistematico smaltimento illegale dei rifiuti in città. Nulla si è fatto per la bonifica della discarica abusiva nella cava Liccardo. L’ elenco degli annunci e degli obiettivi non realizzato è lungo davvero lungo.
Al Partito Democratico, se gli è rimasto un barlume di cultura politica, gli ricordiamo che l’ unica possibilità per ridare speranza a questa città è quella di unirsi all’opposizione andando a firmare in massa le dimissioni dal notaio.
Un’amministrazione così arrogante e lontana dai bisogni della comunità non si era mai vista prima.

Circolo Articolo tre Sinistra Italiana Marano
Stefania Fanelli consigliere comunale Sinistra Italiana/ Leu

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS