Marano: Dopo lo scioglimento per infiltrazioni malavitose della giunta PD, è direttamente “amministrata” dai commissari prefettizi.

È paradossale che in un Comune direttamente guidato dallo Stato vi siano palesi violazioni ai diritti dei cittadini e delle cittadine. 

Da settimane viviamo tra strade chiuse e cumuli di immondizia. 

Come se non bastasse il Comune non paga quanto pattuito alla Tekra ditta che si occupa della rimozione dei rifiuti che a sua volta non paga i propri lavoratori.

Una situazione che non fa bene né ai cittadini e alle cittadine, né alla salute pubblica,né agli operai (e annesse famiglie) che non percepiscono lo stipendio.

I Commissari in questo momento avrebbero una sola priorità: pagare le proprie spettanze alla Tekra e scongiurare ulteriori disagi…

Alla luce del quadro appena delineato ci chiediamo – invece – come possano i Commissari puntare il dito banalmente contro quei cittadini e cittadine che non rispettano il calendario del conferimento dei rifiuti e non pensare, invece, che quella sia “solo” una conseguenza dell’abbandono in cui versa Marano di cui loro sono i principali artefici. 

Giunti in città per ripulire la macchina amministrativa da eventuali interferenze malavitose hanno gettato ulteriormente Marano nel baratro, creando ancora più diffidenza ed indifferenza tra Politica e cittadinanza. 

Marano è l’emblema di uno Stato assente ed incapace che ha miseramente fallito. 

A noi il durissimo compito di ricostruire quel legame tra territorio e cittadinanza fondamentale per riportare Marano fuori dal degrado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page