L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Attualità Salute Scuola

MARANO. Riapertura scuole: il Comune al lavoro dopo l’Emergenza Covid-19

Marano: Il Sindaco e tutta l’Amministrazione del Comune di Marano di Napoli si prepara ad affrontare il ritorno a scuola dei bambini e dei giovani della Città.

Su iniziativa dell’Ente locale comunale, in particolare dell’Assessorato all’Istruzione Pubblica e dell’Assessorato all’Edilizia Scolastica è stato convocato un primo incontro/riunione con tutti i dirigenti delle scuole di ogni ordine e grado,

IL GIORNO 9 LUGLIO 2020, per affrontare la questione “ inizio a.s. 2020/21 dopo l’emergenza sanitaria da pandemia.
È INIZIATO UN PERCORSO:
In seguito al confronto si è ritenuto utile stabilire un calendario di appuntamenti in ogni singolo istituto scolastico, con lo scopo di ascoltare le preoccupazioni e raccogliere informazioni utili a stimare gli interventi e le soluzioni che tengano conto delle risorse disponibili in risposta ai bisogni espressi.

In questa fase operativa, in cui appare oltremodo necessario che le amministrazioni competenti siano dotate di dati quanto più possibile rispondenti alle attualità dei territori, è parso utile immaginare un percorso fatto di appuntamenti con ogni singolo dirigente che ha potuto illustrare in loco, concretamente le criticità di ogni singolo plesso.

LA RIPRESA del 14 settembre 2020:

sulla base dei dati trasmessi in dettaglio attraverso delle schede prodotte  dalle dirigenti che in questa tematica sono supportate dalle R.S.P.P. figure responsabili della sicurezza per ciascuna scuola è stato possibile fare un’analisi del bisogno: ogni dirigente ha provveduto a trasmettere formalmente a mezzo pec le richieste da presentare agli uffici e ai responsabili dei procedimenti deputati a concretizzare gli interventi, unitamente all’amministrazione chiamata ad assumere decisioni di concerto con i suddetti.

In linea generale, le criticità  maggiori nascono dal fatto che gli spazi delle aule didattiche espresse in metri quadrati non sono sufficienti ad accogliere tutti gli studenti iscritti.

Da qui nasce l’esigenza per ogni singola scuola di andare alla ricerca di spazi specifici per far fronte alle carenze, pertanto si è rilevata una tipologia di richiesta diversificata in base alla scuola e a seconda delle fragilità strutturali che i diversi plessi presentavano antecedentemente all’emergenza sanitaria.

LA RIPRESA delle attività deve essere effettuata in un complesso equilibrio tra sicurezza, in termini di contenimento del rischio di contagio, benessere socio emotivo di studenti e lavoratori della scuola, qualità dei contesti e dei processi di apprendimento e rispetto dei diritti costituzionali alla salute e all’istruzione.
SARA’ CENTRALE IL RUOLO DELLE SINGOLE SCUOLE, ACCOMPAGNATE DALL’AMMINISTRAZIONE
NEL DEFINIRE SOLUZIONI CONCRETE E REALIZZABILI tenendo in considerazione il complesso scenario di variabili (gradi di istruzione, tipologia di utenti,avendo particolare cura alle speciali necessità provenienti dall’esigenza di tutela degli alunni con disabilità).

 Le singole istituzioni scolastiche potranno riorganizzare, migliorare e valorizzare eventuali spazi già presenti a scuola attraverso interventi di manutenzione ordinaria o di “edilizia leggera” finalizzata alla manutenzione straordinaria,  creando spazi supplementari in aree all’aperto interne alla pertinenza scolastica, ove presenti e limitatamente ai periodi in cui le condizioni climatiche lo consentano.

Si ritiene che la individuazione e la realizzazione delle migliori soluzioni non possano che passare attraverso l’approccio collaborativo, tenuto conto che sia le istituzioni scolastiche sia gli Enti locali, con separate procedure, sono stati dotati di appositi finanziamenti.

L’Amministrazione del Comune di Marano con  l’assessorato alla pubblica istruzione,  e l’assessorato all’edilizia scolastica, hanno partecipato all’avviso pubblico del Ministero dell’Istruzione
“INTERVENTI di ADEGUAMENTO e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19”, per  un FINANZIAMENTO di QUATTROCENTOMILA EURO  
 «Si tratta di risorse importanti  che ci consentiranno di rispondere positivamente alle nuove esigenze di distanziamento sociale imposte come prevenzione al Coronavirus e, soprattutto, al bisogno di sicurezza richiesto giustamente dalle famiglie.

Il finanziamento di 400 mila euro, a valere sui  Fondi Strutturali Europei – PON “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” e (FESR) “Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici anche per facilitare l’accessibilità delle persone con disabilità”.

Nella giornata dell’11 agosto 2020 è stata firmata la convenzione con la Dirigente Antonietta Guadagno dell’Istituto Comprensivo Amanzio-Ranucci-Alfieri che, così come concordato con le altre scuole del territorio, sarà soggetto gestore della parte economica finanziaria del finanziamento europeo

L’Amministrazione sta facendo la propria parte, l’intera Giunta Comunale sarà impegnata a dare il proprio apporto con le proprie figure professionali e specifiche competenze, e con il compito di monitorare e formulare proposte al fine di garantire le norme e la fruibilità degli istituti al contenimento sanitario dacovid-19, in stretto contatto ed in sinergia con i dirigenti scolastici delle scuole cittadine ma soprattutto con il Dirigente dell’Area Tecnica e il Responsabile dei Lavori Pubblici.
SONO PARTITI I SOPRALLUOGHI TECNICI ED È STATA PUBBLICATA LA DETERMINA N.429 del 06.08.2020 per la ” MESSA IN SICUREZZA EDIFICI SCOLASTICI ” per un tot. Di €191.568,88. Lavori da eseguire ad horas.

Nota stampa IL Sindaco R. VISCONTI
L’ Assessore alla Pubblica Istruzione B.Perna
L’ Assessore all’Edilizia Scolastica S.Perrotta
L’ Assessore ai Lavori Pubblici
F. REA

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS