Jorit, street artist napoletano, a Sochi partecipa al Festival mondiale della gioventù. Interviene rivolgendosi al presidente russo Vladimir Putin e ottiene il permesso di salire sul palco per una foto ricordo con il leader

“Russia e Italia sono unite da molti fattori, tra cui la lotta per l’indipendenza e il desiderio di libertà che gli italiani hanno sempre nel cuore. Voglio mostrare all’Italia  che sei un essere umano come tutti e contrastare la propaganda occidentale”. Queste le parole rivolte a Putin da Jorit.

Non è la prima volta che Jorit (in arte Ciro Cerullo)si reca in Russia. Dopo il maxi-murale dedicato ad Assange a Mariupol, ne ha realizzato un altro per Ornella Muti a Sochi su un palazzo della città (in foto l’artista con Ornella Muti, Naike Rivelli a Sochi davanti al murale).

Jorit durante l’evento ha chiesto a Putin se ritiene che l’arte possa fungere da ponte tra l’Italia e la Russia. “Siamo sempre stati ammirati dall’arte italiana – ha risposto il presidente russo – e ci ha sempre tenuti vicini. Quella italiana è una grande arte di un grande popolo, questo è evidente. Noi in Russia l’abbiamo sempre considerata così e la consideriamo ancora così”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page