L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Ambiente Attualità Politica

Mugnano, l’Amministrazione vieta l’utilizzo di sacchetti neri. Sarnataro: ” Obiettivo incrementare le percentuali di differenziata”

Mugnano – Raccolta differenziata, l’Amministrazione Sarnataro vieta l’utilizzo di sacchetti neri per il conferimento dei rifiuti. A partire dal 1 maggio tutte le utenze, sia commerciali che domestiche, non potranno depositare o esporre qualsiasi tipo di rifiuto in sacchi neri o comunque non trasparenti. Inoltre la frazione organica dovrà essere obbligatoriamente conferita in buste biodegradabili. “Nell’ultimo periodo abbiamo notato un aumento spropositato dell’utilizzo dei sacchi neri nel deposito dell’immondizia – spiega l’assessore all’Ambiente Antonio BoveSpesso inoltre in questi sacchi vengono conferiti diversi tipi di materiale, anche riciclabile, il che incide in modo negativo sulle nostre percentuali di differenziata. Obbligando le persone a utilizzare solo sacchi trasparenti miglioriamo anche le operazioni di controllo da parte della Polizia Municipale e delle G.a.v. sul rispetto del calendario di raccolta”. I trasgressori pagheranno sanzioni fino a 500 euro.“L’obiettivo – spiega il sindaco Luigi Sarnataroè quello di incrementare ulteriormente le percentuali di differenziata. Ricordo a tutti, infatti, che più ricicliamo meno costa all’Ente – e di conseguenza ai cittadini – il conferimento negli impianti di smaltimento. Nell’ultimo anno il ciclo virtuoso dei rifiuti in tutta la Campania ha avuto un duro colpo con l’incendio di numerosi impianti di trattamento che in pratica ha fatto lievitare i costi del servizio per i Comuni. Proprio per questo è necessario ripartire con un nuovo slancio, una nuova campagna di promozione così da aumentare la produzione di rifiuto differenziato. Chiedo a tutti la massima collaborazione”.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS