Sul palcoscenico del Teatro San Carlo risuoneranno a giugno gli strumenti delle orchestre giovanili di Napoli per l’iniziativa “A Napoli la musica cambia”.

Creando suite, elaborando personali interpretazioni, quasi duecento musicisti di ogni estrazione sociale faranno risorgere pagine della musica colta, del jazz sperimentale, dell’easy listening e della musica sacra, fino ai classici della canzone napoletana e alle colonne sonore cinematografiche.

La prima edizione del progetto prodotto dalla Fondazione Il Canto di Virgilio – che ha tra le priorità lo sviluppo delle arti e la conoscenza della musica – e promosso dall’Arciconfraternita ed Ospedali della SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti, accoglie stavolta cinque orchestre partenopee che il 3 giugno dalle 18 si ritroveranno per celebrare la musica di ogni epoca e geografia e per condividere fenomeni culturali trasversali.
Musica quale simbolo vivo e fisico, sottolineano i promotori, “che fa reagire a scenari di povertà educativa, al rischio sociale e all’emarginazione”. Da George Bizet a Nino Rota, da Franz Schubert ai Weather Report, attraversando il canzoniere di Salvatore Di Giacomo e le musiche di Henry Mancini, “Mary Poppins” e Edvard Grieg, l’Orchestra Giovanile Sanitansamble, la ScalzaBanda, l’Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli con la Piccola Orchestra di Forcella e l’Orchestra Musica Libera Tutti reduce da una collaborazione con il maestro Riccardo Muti, daranno energia al più antico teatro d’opera del mondo, coinvolgendo il pubblico in un’esibizione dinamica e imprevedibile. Introdotte dal giornalista Enzo Perone, le cinque formazioni sono pronte per realizzare uno spettacolo inedito sul palco del Massimo napoletano, tra violini, basso tuba, violoncelli, clarini, trombe, contrabbassi, fagotti, percussioni, flauti, pianoforti, chitarre, corni francesi e tromboni. L’epilogo corale, in questa occasione speciale, sarà il “Te Deum” di Marc-Antoine Charpentier. I biglietti, in vendita da oggi, costano 10 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page