Mentre si avvicina la stagione estiva Altroconsumo chiede al Governo “di varare al più presto la riforma del settore balneare, e invita tutti i consumatori a unirsi in questa azione firmando la petizione che chiede al governo spiagge aperte anche a nuovi soggetti e prezzi alla portata di tutti”.

L’associazione ricorda come “in contrasto con la direttiva europea che da anni chiede all’Italia una liberalizzazione del settore, a febbraio 2023 il Governo aveva dato la possibilità ai Comuni di estendere le concessioni balneari attualmente in vigore fino al 2024 senza alcun bando di assegnazione. Ma, secondo una recente sentenza del Consiglio di Stato, la proroga per tutto il 2024 delle attuali concessioni balneari per lo sfruttamento economico di spiagge e lidi è illegittima ed occorre quindi mettere a piano al più presto nuovi bandi di assegnazione, anche perché oggi i rincari delle spiagge (in mano sempre agli stessi gestori) ricadono sui consumatori”.

“Il Consiglio di Stato conferma quanto già affermato nella sua sentenza del 2021 e come da noi sostenuto, ovvero che prorogare le attuali concessioni balneari al 31 dicembre 2024 è illegittimo, vanno invece effettuate nuove gare al più presto. Si conferma la necessità di assecondare i principi fondamentali della concorrenza, imparzialità e trasparenza, come previsto dalla direttiva Bolkestein e dalla stessa sentenza del Consiglio di Stato del 2021. Altroconsumo continuerà a monitorare e a chiedere che sia attuata una riforma vera per favorire un’offerta di servizi più variegata che dia alle persone maggiore possibilità di scelta e per affrancare il settore dei servizi balneari da logiche anticoncorrenziali che rispondono solo ai bisogni degli operatori economici, lasciando indietro gli utenti privati” ha dichiarato Federico Cavallo, Responsabile relazioni esterne di Altroconsumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page