Utilizzavano le nove vetture di un’azienda di autonoleggio per lo spaccio di droga nel Parco Verde di Caivano: è quanto hanno scoperto i finanzieri del comando provinciale di Napoli, coordinati dall’ufficio inquirente di Napoli Nord guidato dal procuratore Maria Antonietta Troncone.
Oggi hanno sequestrato azienda e vetture riconducibili alla moglie di un elemento di spicco della malavita del Parco verde di Caivano (Napoli), più volte condannato per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Il decreto del tribunale di Napoli, emesso ai sensi del Codice Antimafia, riguarda tutto l’asset aziendale.

Gli accertamenti dei finanzieri di Frattamaggiore – scattati dopo un sequestro di cocaina trovata nella disponibilità di una donna – hanno consentito di riscontrare una “evidente sproporzione” tra la capacità reddituale e il valore complessi dei veicoli dell’impresa oggi sequestrata.
In diverse occasioni, durante i controlli eseguiti alle vetture nel corso delle indagini, i militari hanno trovato pregiudicati alla guida di queste vetture utilizzate per trasportare i narcotici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page