A meno di una settimana dall’inaugurazione del nuovo centro sportivo, Caivano recupera un altro spazio verde da anni abbandonato, la villa comunale di Pascarola.

E’ stato il Consiglio delle bambine e dei bambini, l’organismo composto da 24 giovanissimi del territorio, tutti tra gli 8 e i 10 anni, a indicare il luogo come meritevole di un’azione di recupero.

    Tempo poche settimane per realizzare un campo di calcetto, uno di minivolley, giostrine e altalene laddove si erano accumulati rifiuti e incuria.

Per il taglio del nastro è arrivato a Caivano il ministro della Pubblica amministrazione Paolo Zangrillo.

    “Sono molto soddisfatto – dice il ministro al suo arrivo – la politica ha fatto quello che doveva fare, abbiamo preso un impegno e oggi lo abbiamo mantenuto inaugurando villa Pascarola.
Essere oggi qua, dopo aver recuperato un bene destinato alle nuove generazioni, e’ motivo di grande soddisfazione”.
“Vogliamo che i bambini siano i protagonisti della rinascita di Caivano. Sono stati loro – ricorda Zangrillo, alla presenza del prefetto di Napoli Miche di Bari e degli amministratori del Comune – a decidere e a volere il recupero di questo spazio”.
Al recupero degli spazi verdi si aggiunge anche la riorganizzazione della macchina comunale: “Avevamo preso l’impegno di recuperare l’efficienza della struttura comunale di Caivano – sottolinea il responsabile della Pubblica Amministrazione – e in tre mesi abbiamo chiuso il concorso per 31 addetti. Ai quali se ne aggiungeranno altri 17 col nuovo concorso che stiamo bandendo e altre 11 figure (tra architetti e ingegneri) arriveranno più in là grazie ai fondi europei”.
La villa di Pascarola resterà aperta alla cittadinanza e la sua gestione – almeno in queste prima battute assicura il commissario Ciciliano – verrà affidata alla vicina parrocchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'Altra Notizia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page