Il film breve “Chi spara per primo” del regista napoletano Emanuele Palamara ha vinto il Premio dei Nastri d’Argento 2024 per la Miglior Commedia.

L’annuncio è stato dato durante la cerimonia di premiazione dei Corti d’Argento che si è tenuta al cinema Caravaggio di Roma, organizzata dal Direttivo Nazionale dei Giornalisti Cinematografici SNGCI composto da Laura Delli Colli (Presidente) Fulvia Caprara (Vice presidente) Oscar Cosulich, Maurizio di Rienzo, Susanna Rotunno, Paolo Sommaruga e Stefania Ulivi.

Western contemporaneo dove chi comanda sono le donne, l’opera è ambientata in un ranch in Campania, dove i fratelli Ballerina, piccoli criminali di provincia, decidono di seguire le tracce del vecchio Aurelio sulla cui testa pende una taglia.
Protagonisti Autilia Ranieri, Simone Borrelli, Andrea Mautone, Denise Capezza. Scritto dallo stesso Palamara con Valerio Vestoso, e Antonio Firmani, il corto è prodotto da Bro Company di Palamara e Daniele Barbato con il contributo della Regione Campania in collaborazione con la Film Commission Regione Campania, e da oggi disponibile su Prime Video. Presentato in anteprima assoluta al Cortinametraggio, dove ha vinto la Menzione Speciale come Miglior Film, “Chi spara per primo” ha ottenuto già numerosi riconoscimenti tra cui Miglior Film all’Almeria Western Film Festival, Miglior Film all’Ischia Film Festival, Miglior Film al Napoli Film Festival- “Chi spara per primo” è pronto a diventare un film, già vincitore del bando di sviluppo della Regione Campania. Tratto dalla stessa idea, manterrà lo stesso team di scrittura e sarà ispirato a una storia vera.
Assistente alla regia di Matteo Garrone in “Reality”, di Sydney Sibilia in “Smetto quando voglio” e di Stefano Sollima per “Gomorra – La Serie”, Emanuele Palamara ha firmato la regia di numerosi cortometraggi, tra cui “Uomo in mare” con Marco D’Amore e Fabio Balsamo (Premio Speciale Corto D’Argento ai Nastri D’Argento 2017), e dell’episodio “L’isola di Cioccolato” del film “San Valentino Stories” prodotto da Run Film e Rai Cinema, interamente girato nel carcere di Nisida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page