L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Cronaca

CRONACA. Aumentano le morti sul lavoro, Napoli maglia nera

Napoli: un dato inquietante che non può non far riflettere. Nei primi otto mesi del 2019 in Campania sono morte cinquantadue persone mentre svolgevano il proprio lavoro. Tra loro il 77 per cento sono ultracinquantenni, in qualche caso anche 75enni caduti da impalcature edili o sfiancati a schiena china nei campi.

Una statistica che rispecchia l’andamento che la società moderna e i nostri governi hanno deciso di perseguire nel mondo del lavoro. Pochi posti, spesso precari a nero e mal pagati, in condizioni critiche e pericolose. E’ questo il quadro dello scenario lavorativo nel 2019 in Italia ed in particolar modo in Campania.

La strage silente continua e la Campania stabilisce ancora una volta un record. I dati quest’anno sono in crescita rispetto al 2018 che ha contato 56 vittime. In questa per nulla invidiabile classifica la Campania si piazza al terzo posto dietro Lombardia e Veneto, ma, fra le città, Napoli è maglia nera con 24 casi in soli 8 mesi (più del 2018 quando si contavano 18 vittime). Seguono Avellino (11), Caserta (10), Salerno (5) e Benevento (2) (dati Cgil).

I settori maggiormente a rischio e più colpiti sono edilizia e agricoltura.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS