Charles Leclerc su Ferrari ha vinto il Gran premio di Monaco di F1, scattando in testa dopo la seconda partenza e mantenendo il comando per tutta la gara, davanti alla Mclaren di Oscar Piastri ed all’altra Ferrari di Carlos Sainz.

E’ il primo successo del monegasco sul circuito di casa, dove altre due volte era partito dalla pole position senza poi finire la gara.

Al quarto posto si è classificato Lando Norris, su McLaren, davanti alla Mercedes di George Russell e alla Red Bull di Max Verstappen, sesto al traguardo come era partito. A punti sono andati anche Lewsi Hamilton (Mercedes), Yuki Tsunoda (RB), Alex Albon (Williams) e Pierre Gasly (Alpine).

La gara, anche a causa della scelta di molti team di non effettuare il pit stop, si è svolta senza particolari sussulti, con la classifica finale che in gran parte ha rispecchiato quella di partenza.

L’unica vera emozione è stata data dalle fasi successive alla prima partenza, con il pauroso incidente che ha coinvolto la Red Bull di Sergio Perez e i due piloti della Haas Magnussen e Hulkenberg, che non hanno poi preso parte alla gara.

Dalle immagini dell’incidente, risulta che la Haas di Magnussen ha tentato di superare Perez, partito dalle retrovie dopo una qualificazione deludente, ma dove non c’era spazio. La Red Bull del messicano è stata così proiettata con violenza verso le barriere, coinvolgendo anche la Haas di Nico Huelkenberg. Solo la solidità della cellula di sicurezza ha salvato Perez, uscito subito dai resti della monoposto. Sempre nel primo giro, c’è stato anche uno scontro tra le Alpine di Ocon e Gasly al Portier, con la monoposto del primo che è volata in aria, per fortuna senza rovesciarsi.

“Non ci sono parole per spiegare la mia gioia. E’ una gara talmente difficile, lo prova il fatto che due volte ci avevo provato e non ero riuscito a vincere. Questa è la corsa che mi ha fatto sognare di diventare diventare pilota. Negli ultimi 15 giri poi non pensavo a guidare, ma solo a mio papà (scomparso nel 2017, ndr.), perché questo era il nostro sogno”. Così Charles Leclerc, commosso, ha commentato la vittoria a Monaco.

“Ho fatto una gara attenta ma negli ultimi giri ho potuto spingere un po’, perché la Ferrari era perfetta. Devo ringraziare il team che mia ha dato una macchina fantastico e il pubblico che mi ha sostenuto sempre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page