Continua la crescita dell'Unione Artigiani Italiani e delle PMI su tutti i territori. La 34esima
Assemblea Nazionale che si è tenuta a Roma nella prestigiosa Sede della Pontificia Università
Santa Croce certificando un bilancio solido con l’apertura di tredici nuove sedi in Italia e l’aumento
del numero delle piccole e medie imprese rappresentate.
Una Confederazione in salute, entrata di diritto a far parte dei tavoli istituzionali legati al mondo
del lavoro e delle imprese, in grado di portare un contributo fondamentale alla crescita del Paese.
Dopo l’approvazione da parte dell’Assemblea, presieduta dal Dirigente Generale Giuseppe
Zannetti, del bilancio 2023 e del bilancio previsionale, i lavori sono proseguiti con il convegno
“L’artigianato come patrimonio culturale per lo sviluppo dei popoli” a cui hanno preso parte
numerosi rappresentanti delle massime istituzioni.
Un interessante e approfondito dibattito su temi di stretta attualità, come l’intelligenza artificiale e
il suo impatto su lavoro ed economia, il rilancio del Made in Italy, la sicurezza sui luoghi di lavoro,
lo sviluppo di nuove infrastrutture per favorire gli investimenti, una nuova concezione
dell’artigianato, la tutela ambientale, lo snellimento di una burocrazia ancora troppo presente, il
turismo, i grandi eventi quali il Giubileo 2025, il ruolo dell’Europa oggi e domani in previsione delle
ormai prossime elezioni.
Il Ministro del Made in Italy Adolfo Urso e il Ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin, in
rappresentanza del Governo, hanno partecipato ai lavori attraverso l’invio di lettere.
Il ministro Urso ha rimarcato l’importanza dell’artigianato per il tessuto produttivo italiano
sottolineando lo sforzo che il Governo sta compiendo per sostenere questo settore strategico. Il
responsabile del dicastero dell’ambiente Pichetto ha spiegato come l’artigianato possa recitare un
ruolo importante come modello di sostenibilità, grazie a una consuetudine consolidata di recupero
e riuso dei materiali.
Anche l’on. Walter Rizzetto Presidente della XI Commissione Lavoro pubblico e privato ha scritto
all’Assemblea soffermandosi sull’importanza della formazione per garantire un futuro radioso
all’artigianato italiano.
Di interesse e spessore gli interventi dal palco dei deputati Erica Mazzetti e Massimo Milani che si
sono concentrati rispettivamente sulla semplificazione della macchina amministrativa e le energie
rinnovabili.

Diversi gli ospiti in rappresentanza della Regione Lazio a cominciare dalla Vice Presidente e
Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato Roberta Angelilli che ha sottolineato
l’importanza che ancora oggi ricopre il Made in Italy, produzioni che vanno difese e incentivate.
Per la Pisana, sono intervenuti anche l’Assessore alla Mobilità e ai Trasporti Fabrizio Ghera, le
consigliere Eleonora Mattia e Emanuela Droghei. L’Assessore al lavoro e formazione Giuseppe
Schiboni ha scritto una lettera rimarcando il ruolo fondamentale delle imprese artigiane che
creano valore economico, occupazione di qualità, promuovendo coesione e inclusione sociale.
Sul palco anche gli europarlamentari Matteo Adinolfi e Maria Veronica Rossi con i quali si è
dibattuto sul ruolo attuale dell’Europa: entrambi hanno ribadito l’importanza di un ruolo più
incisivo dell’Italia nelle scelte per il futuro del Vecchio Continente, concetto rafforzato dal
videomessaggio dell’altro europarlamentare Nicola Procaccini intervenuto da Bruxelles.
Presente per Roma Capitale il presidente della Commissione Innovazione tecnologica Riccardo
Corbucci che ha illustrato tutti i progetti in atto per fare della capitale punto di riferimento
europeo per lo sviluppo delle nuove tecnologie.
Spazio anche ai sindacati con gli interventi del presidente di Confintesa Massimo Visconti e del
Segretario Francesco Prudenzano, del Segretario Regionale UGL Lazio Armando Valiani e del
Segretario Failc-Confail Giovanni Chiarato con i quali è stato dibattuto il tema della sicurezza sui
luoghi di lavoro e dei contratti collettivi nazionali.
Il Presidente Acli Terra Nicola Tavoletta ha annunciato l’accordo in atto con la UAI che porterà
all’ingresso nel capitale sociale del Centro di Assistenza Agricola anche della Confederazione, per
un maggiore sviluppo del comparto agricolo e di tutta la filiera.
Presente anche l’AGCI Associazione Generale delle Cooperative Italiane con il Presidente
Regionale Marco Olivieri e Alessandro Paltieri.
Nel corso della giornata l’Unione Artigiani Italiani ha consegnato, alla presenza del prof. Gennaro
Luise, una borsa di studio allo studente della Pontificia Università Santa Croce, Don Jaime
proveniente dall’Angola, che potrà così continuare il percorso formativo.
La parte conclusiva della giornata è stata dedicata all’approfondimento dei nuovi strumenti di
lavoro offerti dal processo di digitalizzazione che sta cambiando il Paese, la formazione finanziata e
le politiche attive del lavoro con i contributi di Fondo Conoscenza , Enef e Ufficio Telematico.
“E’ stata una giornata ricca di spunti di interesse – spiega il Presidente Nazionale Gabriele Tullio –
nel corso della quale ci siamo voluti confrontare con le istituzioni sugli aspetti più importanti del
presente e del futuro dell’economia del nostro Paese. La nostra Confederazione continua a
crescere e sempre più imprese ci scelgono, su tutti i territori, per farsi rappresentare da noi.
L’Unione Artigiani Italiani e delle PMI è pronta ad accompagnare l’artigianato, vero motore
dell’economia del nostro Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page