Nell’ultimo consiglio comunale, tenutosi il 29 di marzo, i consiglieri Riccio e Guarino, sollecitati dal consigliere Santopaolo Gennaro a chiarire la loro posizione sull’aumento indiscriminato della Tari a danno dei commercianti, dicevano che anche se non d’accordo sull’aumento e vista la loro entrata da poco in consiglio, non potevano non allinearsi alla decisione adottata dalla maggioranza di cui fanno parte. Ma ci tennero a precisare che sarebbe stata l’ultima volta che avrebbero votato un qualsiasi argomento, senza aver concordato ciò che avrebbero voluto e dovuto condividere.
Proprio alla luce di queste dichiarazioni, ci viene da chiedere come faranno il consigliere Elisabetta Riccio e il consigliere Biagio Guarino, a votare il bilancio, non avendone potuto condividere neanche un punto, visto che lo schema di bilancio è stato votato il 31 di marzo a due giorni dal consiglio in fretta e furia?
Anzi ci viene da chiedere a tutti i consiglieri come faranno a votare un bilancio di cui non hanno condiviso alcun punto?
Comunicato a firma della minoranza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page