L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Politica

MARANO. Dopo Campanile al Comune arriva il secondo sovraordinato: è Angelo Covino

Marano: ora è ufficiale, al Comune è arrivato il secondo sovraordinato a dare man forte all’Amministrazione targata Rodolfo Visconti.

Si tratta di Angelo Covino, 52 anni, avvocato praticante penalista, ufficiale in congedo del Corpo Militare Cri del ruolo commissari. Dirigente regionale dell’Associazione Italiana Criminologi per l’Investigazione e la Sicurezza e con un master in Criminologia e studi giuridici forensi.

Una vita nelle istituzioni quella di Covino, che lo ha portato a conseguire brillanti risultati.

Ha lavorato per diversi Ministeri, quali quello della Difesa, Giustizia ed Interni, dove si è congedato con lodevole servizio.

Tra le tante attività lavorative svolte dal nuovo designato del Prefetto, ricordiamo quella di agente di polizia penitenziaria e municipale.

Ma Covino ha anche lavorato al fianco di qualificati magistrati presso il Tribunale di Napoli e alla sezione distaccata di Marano con la qualifica di cancelliere. Covino ha anche ricoperto la funzione di giudice popolare nell’ambito di processi a carico di organizzazioni criminali e camorristiche presso la Corte di Assise d’Appello del Tribunale di Napoli. Attualmente Covino lavora presso l’Inps è cura l’iter dei procedimenti amministrativi e giuridico – economici delle procedure esecutive pendenti presso il Tribunale di Napoli Nord. E’ dirigente FLP del coordinamento nazionale Funzione Pubblica di Roma, nonché vice coordinatore Area Metropolitana Flp Inps di Napoli. E’ stato docente di formazione per gli ausiliari del traffico e docente di sicurezza stradale nelle scuole.
Un ruolo delicato, quello di Angelo Covino al Comune di Marano dove adesso avrà l’onere di gestire, vigilare, controllare e fare proposte nei seguenti settori: demografico; beni confiscati; polizia municipale; ambiente; comunicazione istituzionale e giornalismo; sport; Pubblica istruzione; patrimonio; Suap, attivando sinergie con il sindaco e gli assessori al ramo.

Il compenso del sovraordinato non graverà sul bilancio comunale di Marano ma su un apposito capitolo del Ministero dell’Interno. Il sindaco di Marano ha ringraziato la Prefettura di Napoli ed il Ministero dell’Interno per “la grande collaborazione istituzionale sin d’ora dimostrata all’Ente cittadino”.

Pronto a mettersi immediatamente a lavoro Covino: “Ringrazio il Prefetto di Napoli, il Ministero dell’interno ed il sindaco di Marano per la fiducia dimostrata nei miei confronti e per il delicato incarico che hanno deciso di affidarmi. Spero – conclude – di poter fare squadra con la Giunta e soprattutto con i consiglieri di Maggioranza e Minoranza nell’esclusivo interesse della città”.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS