L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Politica

MUGNANO. Polo Fieristico, SiAmo Mugnano: “Struttura abbandonata”

di Pasquale Capasso

Mugnano: il clima elettorale si innalza e i vari schieramenti politici che stanno prendendo forma e sostanza iniziano a fare sentire la propria voce, la riprova è la denuncia fatta dal movimento “SiAmo Mugnano” sulle condizioni del Polo Fieristico.
Condizioni che – come vengono mostrate sulla pagina Facebook del movimento – sono davvero disastrose. Il Polo fieristico si presenta in uno stato di totale abbandono e di degrado e per tal motivo il movimento avanza una serie di interrogativi circa la concessione di permessi da parte dell’ente comunale per delle manifestazione nelle giornate del 23 e del 27 ottobre.
Di seguito il comunicato:
Quello che vedete in foto è il polo fieristico, struttura comunale che tempo addietro, era stato costruito, non senza vanti, per ospitare eventi, mostre e fiere nel nostro paese. Una struttura costata migliaia di euro di soldi nostri. Il risultato? Struttura mai utilizzata e ferma li, senza mai essere considerata e compresa in un reale piano di rilancio a lungo termine. La struttura si presenta in condizioni pietose:
1)bagni divelti e non conformi alle norme igienico sanitarie.
2)il quadro elettrico non è presente. L’intera struttura è attraversata da “fili volanti” e manca in gran parte dell’edificio l’impianto di illuminazione. Già ad una prima osservazione appare per nulla rispettata la legge 37/2008 inerente alla conformità degli impianti elettrici.
3)non vi è traccia di sistemi antincendio così come previsto dall’allegato I del D.P.R. 151/2011.

Una struttura, pagata da noi, lasciata a se stessa e lentamente abbandonata fino alla morte naturale. Ciò tuttavia ci risulta organizzata, con l’ autorizzazione del Comune di Mugnano di Napoli, in occasione della Festa del Sacro Cuore, una mostra all’ interno del Polo Fieristico per i giorni 23-27 ottobre, nonostante la situazione evidenziata dalle foto allegate.

In un’ ottica di sana costruttivitá chiediamo a chi ha le responsabilità amministrative e politiche del nostro paese:

1)Come mai in questi anni, una struttura di queste dimensioni e di queste caratteristiche non è mai stata messa al centro di un piano di rilancio serio e di prospettiva?

2)Che tipo d’interventi volete mettere in campo per fare in modo che tanti soldi non vengano definitivamente buttati al macero?

3)a che titolo credete sia possibile svolgere in questa struttura manifestazioni, anche temporanee, come quella prevista durante la festa del Sacro Cuore, se appaiono violate tutte le norme igienico sanitarie e di agibilità della stessa?”

Insomma, all’interno del comunicato mettono le mani avanti e dicono di non voler sollevare polemiche, eppure gli interrogativi posti, seppur legittimi, non son esenti da critiche.

La campagna elettorale è iniziata

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS