Giovedì scorso all’ospedale Cardarelli di Napoli un 38enne si sarebbe sentito male dopo una visita. L’uomo aveva appena effettuato una visita oculistica quando, nel lasciare la struttura, nei pressi del padiglione centrale, ha percepito un forte dolore al petto. Assisitito da alcuni presenti ha riferito di essere cardiopatico ed è stato adagiato su una panchina.

I soccorritori hanno contattato il 118 per richiedere l’intervento di un’ambulanza, ma gli è stato riferito di dover contattare l’autoparco interno. Viceversa, dall’autoparco avrebbero sostenuto di dover contattare i sanitari del 118. Un “ping pong” sul quale chiede chiarezza la “FP Cgil Cardarelli”. Il sindacato, in una lettera indirizzata al direttore sanitario e a quello generale, hanno denunciato la vicenda sottolineando che alla fine il paziente è stato trasportato con un’auto privata.

“Si chiede l’invio di una procedura scritta a tutti gli operatori che chiarifichi il comportamento da adottare in caso di ativazione dei soccorsi di emergenza nei viali del Cardarelli e/o all’interno di un padiglione ospedaliero in modo da evitare perdite di tempo che possono essere letali per un malcapitato”, si legge nella missiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'Altra Notizia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page