L' Altra Notizia

L' informazione indipendente

Cronaca

NAPOLI. Litigio per motivi di viabilità, ivoriano massacrato alla Sanità

Napoli: sembrava un innocuo litigio per motivi di viabilità quello fra un giovane ivoriano e due donne nel rione Sanità. Ben presto, però, l’alterco si è trasformato in tragedia.

Il giovane, originario della Costa d’Avorio, da anni in Italia, rientrava a casa dopo aver seguito il consueto corso di geometra quando avrebbe urtato con la bici uno scooter sul quale erano due donne napoletane. Sono partiti i soliti insulti razzisti da parte delle scooteriste ai quali il ragazzo avrebbe risposto. Pochi istanti dopo si sono avvicinati il figlio di una delle due donne con un amico che hanno iniziato a picchiare il malcapitato ciclista. L’aggressione è culminata con una coltellata alla spalla che poteva essere mortale.

Fortunatamente l’ivoriano è riuscito a scappare e, aiutato da un passante, è arrivato in condizioni gravi all’ospedale San Gennaro, per poi essere trasferito al CTO, dove i medici gli hanno suturato la ferita con un centinaio di punti; dagli esami diagnostici è emerso che la lama non era entrata troppo in profondità, scongiurando il pericolo di danni interni più gravi.

Sul posto dell’aggressione sono intervenuti i Carabinieri, sollecitati dai medici, e, grazie anche ai filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, sono riusciti ad identificare le quattro persone responsabili del vile gesto. Tutti e quattro sono stati denunciati per lesioni aggravate. Si tratta di una 38enne incensurata di Chiaia, del figlio 17enne – già noto alle forze dell’ordine-, di una 55enne incensurata del quartiere Stella e di un 15enne incensurato di Montecalvario.

Poteva andare molto peggio al ragazzo africano, il quale ha lasciato l’ospedale con una prognosi di 25 giorni, ma il rione Sanità negli ultimi mesi è diventato teatro di troppi episodi di criminalità, tanto che le associazioni del territorio hanno chiesto al ministro dell’interno Luciana Lamorgese, oltre che alle autorità napoletane come Questore, Prefetto e comandanti di Polizia, Carabinieri e Finanza, di tenere nella Basilica di Santa Maria della Sanità il prossimo comitato ordine e sicurezza.

 

 

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
You cannot copy content of this page
YouTube
RSS