Napoli: “Dopo uno scontro e un dibattito pensiamo che i fondi del Pnrr stabiliti per tre progetti sulle periferie di Napoli siano salvi.

I tre cantieri sono stati aperti e lavorano, ma oggi posso dire che è stata una grande amarezza affrontare certi tagli, perché non capisco perché in un Paese dove chi deve erogare servizi e infrastrutture ai cittadini, come il Comune, alla fine è l’ente che viene meno difeso, più tagliato”.

Lo ha detto il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, in un dibattito alla Repubblica delle Idee. “Il Pnrr – ha spiegato Manfredi – rappresenta per l’Italia ma anche per l’Europa una grande opportunità, è un evento storico, che deve far capire che anche nel futuro la parcellazione degli investimenti non serve più, ma serve sempre un grande piano di investimenti europei. Noi sul Pnrr abbiamo varato un intervento nelle periferie, un tema che riguarda non solo Napoli ma tutte le grandi città d’Europa, perché ovunque ci sono grandi differenze tra il centro delle città e le sterminate periferie.

A Napoli ci sono tre interventi a Scampia, a San Giovanni a Teduccio sull’area di Taverna del Ferro e a Ponticelli. Poi, quando il programma del Pnrr è stato cambiato, alla fine hanno pagato i Comuni, che sono il soggetto politico più debole, hanno meno voce. Però abbiamo combattuto e abbiamo aperto i cantieri.
    Il definanziamento ancora non c’è stato, aspettiamo la formalizzazione del decreto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page