Ritorna il Salone del Libro di Torino. Una delle fiere librarie più importanti d’Italia, con centinaia di stand, case editrici piccoli e grandi, tantissimi momenti culturali e appuntamenti imperdibili. Si tratta di un momento consueto per gli appassionati del libro e per gli addetti ai lavori.

Il Salone del Libro è giunto all’edizione n.36 e, com’è da consuetudine da qualche anno, il Lingotto avrà una regione italiana come ospite principale. Quest’anno è la volta della Regione Campania, che avrà a disposizione uno stand di 300 mq da dedicare alle case editrici e tutti i prodotti editoriali che la regione ha da offrire. Una bella occasione per Edizioni Melagrana, casa editrice del casertano che per la prima volta giunge nella culla delle fiere librarie italiana. Edizioni Melagrana è una casa editrice attiva da oltre vent’anni nell’editoria sociale.

Nella vision della stessa, il libro non è un mero prodotto commerciale, ma un vero e proprio strumento di promozione della cultura nel territorio casertano e non solo. A Torino, Melagrana ci andrà con i propri libri, le ultime novità e i grandi classici e con una presentazione. Sabato 11 maggio avrà luogo la presentazione del libro “DARE – istruzioni per l’uso” di Roberto Malinconico, un libro che racchiude appieno il senso
delle attività sociali della casa editrice.
Per Edizioni Melagrana, la presenza assieme alla Regione Campania all’interno del Salone del Libro di Torino è una gran bella occasione. Le migliaia di visitatori presenti nei 5 giorni di fiera (dal 9 al 13 maggio) toccheranno con mano i libri e la realtà editoriale di Melagrana, che promuove il libro assieme a decine di iniziative sociali e culturali all’interno delle scuole ed in collaborazione con associazioni che si occupano di inclusione sociale e ambientale.
Per questo motivo, il Salone del Libro è un’ottima vetrina per diffondere il messaggio mirato alla promozione di un mondo migliore possibile.

Il Salone del Libro di Torino sarà aperto dal 9 al 13 maggio presso la storica sede del Lingotto. Edizioni Melagrana, i suoi libri e la sua presentazione saranno ospitati all’interno dello stand della Regione Campania, posto al centro del Salone, come ospite centrale dell’evento. Sul posto ci saranno gli operatori della casa editrice, oltre che l’autore del libro “DARE”, Roberto Malinconico.

“DARE – istruzioni per l’uso” non è il solito libro “tecnico” dell’autore. Questa volta Malinconico si è cimentato in una comprensione più ampia della società. Partendo dall’assunto che il contesto in cui viviamo è caratterizzato dalle piaghe dell’indifferenza e dell’aggressività, è necessario ripensare la società stessa, per creare contesti più inclusivi e all’insegna del DARE.
Potremmo sempre dare; dare quello che si ha. Un sorriso, un’idea, un po’ di tempo, del coraggio o dare importanza al prossimo. DARE vuol dire tante cose, ma soprattutto condivisione. Condividere il proprio tempo con gli altri, il proprio spazio, le proprie idee e le proprie competenze, per creare una società accogliente. Ogni capitolo del libro fornisce dei suggerimenti sul significato del DARE e ci indica cosa potremmo dare per migliorare la società in cui viviamo. I capitoli sono arricchiti dalle vignette di Walter Kostner, disegnatore tedesco autore dei personaggi Gibi e Doppiaw, presenti in “Dare” in ogni capitolo.
Come si legge nel libro: “Viviamo in una società in cui non ci ascoltiamo più; questo ci rende più aggressivi e di conseguenza anche più indifferenti verso chi ci sta vicino”. Ed è per questo motivo che la riflessione sul tempo e sulla possibilità di aprirsi verso l’altro è più che mai necessaria.

Il libro sarà presentato al Salone del Libro di Torino, sabato 11 maggio alle ore 14:30 presso lo stand della Regione Campania. Oltre all’autore Roberto Malinconico, ci saranno Valentina Spatola e Ilaria Guadagni, in una presentazione che avrà la forma del dialogo, volto a far conoscere gli elementi centrali del libro “DARE” al grande pubblico che affollerà la fiera libraria più importante d’Italia.

La presentazione sarà utile a far conoscere non solo quel libro ma anche tutta la realtà che contraddistingue la casa editrice e l’impegno di chi, nel quotidiano si impegna a valorizzare i libri come strumento culturale, non solo come bene commerciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page