Il Salone internazionale del libro di Torino  chiude i battenti, con l’ultima giornata, come di consueto dedicata alle scolaresche. Come durante i quattro giorni precedenti, allo stand V194 del Padiglione Oval, ci sono state ancora molteplici attività e dimostrazioni offerte dai poliziotti delle Specialità della Polizia di Stato e dalla Questura di Torino e il corner di Poliziamoderna.

Come di consueto si sono tenuti  gli ultimi incontri con i poliziotti-scrittori, moderati dai redattori del mensile ufficiale della Polizia di Stato, che presenteranno le loro opere letterarie in due differenti location.

Questa matina, presso la “Sala Magenta” Gianpaolo Trevisi, direttore della Scuola allievi agenti di Peschiera del Garda (VR) e Giuseppe Giorgio, vice sovrintendente della polizia postale a Napoli, seguendo il fil rouge delle loro opere letterarie, hanno parlato  ai ragazzi delle scolaresche presenti di temi particolarmente attuali che li riguardano, come bullismo, cyberbullismo, adescamento online, hikikomori, influencer e hater. I due poliziotti presenteranno anche i rispettivi volumi: Mannaggia agli struzzi, in cui Trevisi affronta con leggerezza la tematica del bullismo in tutte le sue sfaccettature, e Oltre lo schermo – Intrecci e dialoghi tra generazioni: dai boomer all’Alpha generation, dove Giorgio attraverso racconti didattici, con il linguaggio delle nuove generazioni, affronta queste tematiche.

Nel pomeriggio, alle 17:30 presso la “Sala Viola”, chiuderà la serie di incontri la presentazione di Investigare 5.0 – Criminologia e criminalistica. Viaggio nel mondo delle indagini, il nuovo lavoro curato dal prefetto Vittorio Rizzi, vice capo della Polizia con funzioni vicarie, e dalla professoressa Anna Maria Giannini, docente universitaria di psicologia: un viaggio che parte dal sopralluogo sulla scena del crimine, per arrivare all’esame dei delitti più gravi, passando per le scienze forensi, il controllo del territorio, la vittimologia e il giornalismo investigativo.

Presso l’area espositiva della Polizia di Stato, sarà possibile conoscere meglio la graphic novel Il commissario Mascherpa, prodotto editoriale della rivista Poliziamoderna, ormai giunto al sesto volume, Fuoco di Natale, dove il commissario di Diamante dovrà indagare sull’assassinio di un imprenditore freddato con un colpo di Kalashnikov dopo che la sua fabbrica è stata data alle fiamme, un vero e proprio avvertimento di stampo mafioso. Il fumetto, pensato come veicolo educativo di legalità verso i giovani, è anche uno strumento di solidarietà poiché il ricavato della vendita è destinato al Piano Marco Valerio, un progetto nato per dare sostegno concreto alle cure delle malattie pediatriche gravi e croniche dei figli dei dipendenti della Polizia di Stato. Presso lo stand è possibile acquistare i 6 volumi (La Rosa d’argento, Mare Nero, Banditi, Onorata Sanità e Il ritorno dello scorpione e Fuoco di Natale) oltre a Murky Waters e Big Game, volumi editi in lingua inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page