L’Associazione Nazionale Guardie Particolari Giurate (A.N.G.P.G) Attraverso il suo Presidente Nazionale Dott Giuseppe Alviti  sta sollevando alcune importanti questioni riguardo alla loro situazione e chiede un maggiore riconoscimento e protezione per queste figure professionali.
Non ultima la sua escussione al Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica in Prefettura a Napoli.
Ecco alcune delle problematiche sollevate dall’A.N.G.P.G
Servizi di zona e carichi di lavoro: È normale che le Guardie Giurate svolgano servizi di zona in modo isolato? Alcune di loro fanno moltissimi allarmi e percorrono circa 300 km a notte. Inoltre, alcune arrivano a lavorare fino a 300 ore al mese. Ai pronto Soccorso anche 1sola unità con 12 ore e più di servizio Questo carico di lavoro può mettere a rischio la loro salute e la loro efficienza.
Inserimento in luoghi inadatti: È giusto che vengano inseriti in luoghi dove non dovrebbero essere presenti? Ad esempio, alcuni ex fiduciari senza giuramento, corsi o qualifiche vengono messi in posizioni di sicurezza, anche se non hanno le competenze necessarie come le Guardie Giurate.
Tutela legale e riconoscimenti: Le Guardie Giurate meritano una tutela legale adeguata. L’ A.N.G.P.G lotta per garantire che i loro diritti siano protetti e che il loro lavoro sia riconosciuto per la sua importanza.
Il Presidente Alviti  ha richiesto in merito un incontro anche al Capo della Procura di Napoli  Nicola Gratteri per proteggere e valorizzare il lavoro delle Guardie Giurate e garantire la loro sicurezza,
cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulla situazione delle Guardie Giurate e chiede un maggiore supporto e riconoscimento per questa categoria professionale e sanzioni penali per i proprietari di licenza Ivp inadempienti con la revoca e ritiro di licenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

You cannot copy content of this page